Insalata di pasta con rucola e feta

Vai alla ricetta
Insalata di pasta con feta e rucola da consumare nella pausa pranzo in ufficio

Esempio pratico della regola d’oro del riciclo di una cena abbondante: praparate un pentolone di insalata di pasta con rucola e feta e avrete sistemato due pasti in incolpo solo.

L’insalata di pasta è uno dei must dell’estate, qui condita con pomodorini, feta light, rucola e pinoli. Gustosissima e freschissima. Personalmente non amo le insalate con troppi condimenti mescolati insieme, sia che si tratti di pasta che di riso. Seguo la regola del 3/4 ingredienti al massimo (oltre la pasta) perché mi piace sentire tutti i sapori distintamente.

Per la scelta dei pomodorini, io ho optato per i pachino per un motivo molto semplice: erano quelli che avevo in frigo! Ovviamente qualunque altro tipo di pomodorino si adatta, dal ciliegino al datterino. Sconsiglio i pomodori grandi da insalata perché rischiano di risultare un po’ troppo asciutti insieme alla pasta.

I pinoli tostati sono la ciliegina sulla torta, danno una spinta aromatica ad un pasto altrimenti un po’ banalotto. Quella coccola in più che rende la pausa pranzo meno grigia.

Avendo i cubetti di feta, non c’è bisogno di aggiungere molto sale, dato che la sapidità è sostenuta dal formaggio greco. Io ho usato quella light per una questione di conteggio calorie, ma se non avete di questi problemi potrete tranquillamente usare la versione standard.

Consiglio: ricordate di cuocere sempre la pasta al dente e di bloccare la cottura sotto l’acqua corrente, in modo da evitare che diventi collosa.

Se preparate la pasta in anticipo rispetto al condimento, non dimenticatevi di ungerla con un filo d’olio e metterla in un recipiente con coperchio, o vi ritroverete un agglomerato di fusilli tutti appiccicati e secchi (parlo per esperienza :).